Una ragazza di sedici anni di nome Greta Thunberg, di origini svedesi, ogni venerdì salta la scuola per protestare contro l’inquinamento; ha creato così, da questo semplice gesto, un’onda verde di cui è diventata l’icona in tutto il mondo. Infatti, in quest’ultimo periodo, sono state tantissime le manifestazioni contro l’inquinamento e il riscaldamento globale.

È sicuramente un tema sensibile di cui anche l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) si è occupata affermando che,nei prossimi anni, se non saremo in grado di migliorare le condizioni ambientali, ci sarà un tasso di mortalità maggiore rispetto al passato, dovuto appunto al surriscaldamento climatico.

È nata e si sta spargendo dunque un’onda green di studenti ambientalisti che sta coinvolgendo anche la politica e che si spera possa cambiare qualcosa.

Ognuno di noi deve rendersi conto che continuando così si arriverà ad avere conseguenze catastrofiche: vanno pertanto adottate delle misure correttive come ad esempio le “fonti green”, ossia fonti ecologiche che permettono di ridurre le emissioni di anidride carbonica. Tutti noi possiamo salvare il pianeta introducendo pratiche ecologiche corrette e vivendo all’insegna della sostenibilità. Nel documentario “Cowspiracy” condotto da Leonardo Di Caprio, l’attore ed ambientalista sostiene che l’inquinamento zootecnico può essere facilmente risolto con un minore consumo di carne, perché non provare? Tentar non nuoce.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account