Le persone affette da AIDS per molti anni sono state emarginate per il pregiudizio e la paura verso questa grave malattia, soprattutto omosessuali ,tossicodipendenti o persone che per errore avevano ricevuto, tramite  del sangue, il virus. Una malattia molto grave che però può essere tenuta sotto controllo con le nuove cure e uno stile di vita consapevole: l’AIDS non si prende parlando o toccando una persona, e dobbiamo avere un gran rispetto per queste  persone contagiate che non sono dei mostri, ma donne e uomini  come noi. Per esempio uno dei più grandi immunologi del mondo, il professor Aiuti negli anni Ottanta, per combattere il pregiudizio verso questa malattia, si è fatto fotografare mentre baciava una ragazza siero positiva. Ad oggi una svolta per questa malattia c’è stata, attraverso due casi ….Il paziente di Berlino ed il paziente di Londra che con una cura innovativa , con cellule staminali sono praticamente guariti. Questo può essere un traguardo raggiunto per la scienza per combattere questo grave virus che attualmente colpisce ben 37 milioni di persone in tutto il mondo.

E come diceva il grande Freedy Mercury……..I WANT TO BREAK FREE!!!!!!

Io voglio essere libero…essere libero…..essere libero!!!!

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account