Il mondo del lavoro è in costante cambiamento; basti pensare alla quantità di impieghi innovativi nati negli ultimi tempi, molti dei quali legati al tentativo, sempre più presente, di digitalizzare il mondo lavorativo; ma il cambiamento non è limitato alle possibilità di trovare un impiego effettivo. Un elemento importante è infatti fornito dall’analisi dell’occupazione delle diverse fasce di età di cittadini italiani. Negli ultimi anni si è infatti registrato un progressivo calo, soprattutto tra i più giovani, in contemporanea ad un aumento tra gli over 50.
Sulla base di questi dati, ponendo molta attenzione anche alla grave condizione di disoccupazione che in generale coinvolge l’Italia da diversi anni, è di fondamentale importanza trovare un nuovo sistema che permetta di organizzare al meglio il mondo del lavoro.
Diversi sono stati i dibattiti riguardo all’argomento, uno dei quali in particolare propone la diminuzione delle ore lavorative per permettere l’assunzione di nuovi dipendenti. L’idea può costituire un elemento rilevante almeno per quanto riguarda gli impieghi pubblici, ma per le aziende private non avrebbe alcun effetto significativo, limitando il fattore di crescita.
Molte aziende, come la celebre Lamborghini, hanno comunque permesso ai dipendenti di scegliere se ricevere un aumento di stipendio o lavorare di meno. La risposta è stata di avere a disposizione più tempo libero. L’opportunità di avere, ad esempio, un’ora in più a settimana da dedicare ad altro può risultare vantaggiosa, soprattutto per le famiglie con bambini, ma non deve assolutamente essere penalizzante. Deve infatti permettere di guadagnare uno stipendio mensile tale da garantire il mantenimento di quello stile di vita a cui si è abituati.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account