Attualmente ogni fatto che avviene in giro per il mondo è pubblicato su Internet, su qualche sito o sui vari social network come per esempio Facebook, Instagram, Twitter etc. Da un lato è un bene del quale quasi tutti possono trarre benefici, soprattutto coloro che non “trovano il tempo” di guardare il telegiornale; infatti avere subito e con qualche click le notizie più importanti o meno è un vantaggio non da poco.

Però ci sono anche i lati negativi, in quanto chiunque con una minima capacità nell’usare il computer o lo smartphone può diffondere notizie false. Queste esistono da sempre, ma non hanno mai avuto un’utilità se non quella di creare scompiglio e disinformazione. Con il tempo si è arrivati quasi a non riconoscere più le notizie vere da quelle false, e infatti le fake news fatte bene hanno tutto ciò che serve per essere credute veritiere, approfittando addirittura del nome dei giornali e delle redazioni. Diventa quindi difficile fidarsi di ciò che si legge o che si sente poiché la verità viene spesso nascosta o per interessi o per diffamazione.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account