“Dai generosamente e, mentre doni, il tuo cuore non si rattristi”,  parola di Papa Francesco. Ciò significa che la carità richiede un gesto d’amore e di gioia nel donare. Ma ultimamente è diventato un argomento spinoso, perché fare la carità a coloro che soffrono è diventato un argomento politico. Sono sempre esistiti i questuanti, tutti abbiamo donato loro uno sguardo compassionevole ma nutrito di rispetto. Spesso lo si guarda in faccia senza considerare il colore della pelle, degli occhi, dei vestiti, ma tentiamo di comprenderne il  disagio , le difficoltà. Tentiamo di capire se le sue difficoltà sono momentanee, speriamo che qualcuno lo aiuti a risolvere i problemi e a rimetterlo in gara sulla pista della vita. Molti sono quelli che pensano che , dando del denaro finiscono con l’incentivare quel tipo di vita, che resta oggettivamente disordinata, ma è proprio per riordinare per riarmonizzare che tante volte la chiesa si impegna in prima persona con i suoi rappresentanti per ridare una speranza agli ultimi fra gli ultimi.

 

2+
avataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account