Il tema dell’elemosina è sempre un po’ delicato perché se da un lato aiuta alcune persone in difficoltà, dall’altro scuote gli animi di altri che non hanno avuto lo stesso privilegio nonostante le condizioni siano state simili. Ne è di esempio un fatto accaduto qualche giorno fa: un cardinale che occupa un importante posto nella Chiesa del Vaticano ha deciso di riattivare l’elettricità in un condominio ospitante quasi cento bambini e molti altri adulti di diciotto nazionalità diverse. I condomini avevano grandi problemi finanziari e alcuni anche di salute, per cui non è da biasimare l’azione caritatevole del cardinale, tuttavia sono state alzate parecchie polemiche da parte di gruppi di persone con gli stessi tipi di problemi che non hanno avuto alcun aiuto. Altrettante polemiche sono state proposte dal Ministro degli Interni Matteo Salvini, il quale ha fatto una battuta al cardinale chiedendogli di pagare il debito di 300.000 euro. È difficile stabilire se sia giusto seguire la legge umana o quella scritta: il fatto è che l’elemosina e la carità sono sicuramente delle buone azioni che possono aiutare intere famiglie, però non è mai possibile aiutare tutti quanti, dunque può anche causare il malcontento degli altri.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account