Un problema molto attuale, che colpisce in particolare l’Europa, è lo spreco alimentare. Vengono buttate enormi quantità di cibo commestibile senza rendersene conto. Si arriva addirittura ad una cifra di 15 miliardi di euro di cibo sprecato. Solo in Italia, secondo degli studi, vengono scartati più di 100g di cibo per famiglia, cosa non molto positiva, soprattutto per coloro che non hanno la possibilità di avere un pasto giornaliero. Con tutti questi scarti si potrebbero sfamare intere popolazioni. Per ovviare al problema, sono partite delle iniziative che stanno avendo un ampio successo. In particolare è stata creata l’applicazione To good to go. Consente alle persone di acquistare del cibo invenduto o in eccedenza di un locale ad un prezzo ridotto e conveniente. A seconda di quanto grande possa essere un gesto, ognuno di noi deve collaborare. Si può iniziare con il dosare le quantità di cibo per un pasto, stare attento alle scadenze di essi e comprare gli alimenti al supermercato senza esagerare, siccome non tutto ciò che si acquista si consuma completamente se si va oltre. Altra cosa molto efficace è tenere gli avanzi in degli appositi contenitori per consumarli il giorno dopo, cosa che nella mia famiglia si fa sempre. Io cerco di collaborare nel mio piccolo non lasciando avanzi, pensando alle povere persone che darebbero tutto per esso. Dobbiamo rimboccarci le maniche e dare il nostro meglio per un mondo più pulito e senza eccessi, siccome il mondo è di tutti.

2+
avataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account