In Italia dappertutto vediamo foto immagini e dediche di persone morte a causa di incidenti stradali. Queste stragi hanno riportato dati sconcertanti circa seicento feriti al giorno e più del venticinque percento dei morti riguarda i giovani, tutto ciò a causa della distrazione, dei telefonini e del mancato rispetto delle regole della strada. Dal 2018 al 2019 c’è stato un aumento dei morti tra cui soprattutto ragazzi con meno di 30 anni. Ogni giorno sulle nostre strade si vedono persone che guidano in modo sbagliato e distratto. In alcuni casi gli incidenti sono dovuti anche alla negligenza parte dei gestori delle strade, che non riparano eventuali buche nell’asfalto e non ripristinano i segnali e i cartelli stradali.

Di recente abbiamo avuto la notizia della morte di alcuni ragazzi; che anche se al guidatore gli era stata ritirata la patente perché in stato di ebrezza, esso ha voluto proseguire alla guida senza curarsi dei pericoli ai quali andavano incontro lui con i suoi amici/ passeggeri. Infatti, quella notte all’uscita dalla discoteca hanno avuto un incidente mortale dove alcuni dei passeggeri sono morti e altri hanno avuto lesioni tali da ridurli in fin di vita.

Per questo motivo quando ci si mette alla guida è necessario essere lucidi per essere capaci di gestire i pericoli che si possono incontrare. Anche se molte volte siamo coinvolti negli incidenti stradali senza avere colpa, comportandoci nel rispetto delle regole della strada.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account