Mario Draghi è stato il presidente della Banca centrale europea dal 2011 al 31 ottobre di quest’anno. Egli è considerato l’italiano che ha salvato l’euro perché nel corso del suo mandato ha rimosso il rischio della dissoluzione della moneta unica e domato la crisi sul debito sovrano. Le parole di Mario che sono passate alla storia sono “What every takes” che hanno fatto capire all’intera Europa e in particolare all’Italia che era disposto a fare di tutto tranquillizzando i mercati.

Un altro personaggio che per me e per molti è definibile “super” è Albert Einstein. Molti lo considerano il più importante uomo che abbia contribuito allo sviluppo della fisica grazie alle sue intuizioni e alle sue scoperte. In particolare è famosissimo n tutto il mondo per la formula dell’equivalenza tra massa e energia. Esisteva già la legge della fisica secondo la quale “nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”, ma era incompleta e mancava il rapporto tra massa ed energia che è stato stabilito proprio da Einstein, grazie a lui oggi sappiamo che E= mc2 . 

Un’altra teoria molto diffusa di questo fisico è la teoria chiamata “teoria della relatività generale” proposta nel 1915. Grazie a questa teoria Einstein dedusse delle equazioni riguardanti il moto dei corpi e inoltre il modo in cui la materia curva lo spaziotempo. Questa teoria ha offerto un grande contributo agli studi successivi riguardanti la fisica. È importante anche il contributo di Einstein nello sviluppo della bomba nucleare che diede un grande contributo alla scienza ma che venne poi utilizzata in modo inopportuno dall’uomo.

Einstein ricevette il premio Nobel per la fisica nel 1921 grazie ai suoi studi del 1905 riguardanti l’effetto fotoelettrico, studi che accrebbero in lui la passione per il mondo della fisica e lo stimolarono ad approfondire le sue ipotesi e le sue ricerche. Morì il 17 aprile 1955 per un emorragia causata dalla rottura di un’arteria all’età di 76 anni.

 

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account