I social e la digitalizzazione; il primo passo avanti dei Coldplay. Fra la valanga di problemi che affligge la società odierna, uno risulta essere discusso ormai ogni giorno, e parlo ovviamente dei giovani (e non solo), e dell’utilizzo eccessivo e sconsiderato di cellulari e apparecchi elettronici in digitale. In molti si sono schierati condividendo la propria opinione, altri hanno semplicemente commentato i preoccupanti risultati di alcuni sondaggi, ma delle persone in particolare hanno compiuto un gesto che è finito in breve sulla bocca di tutti. Si tratta dei Coldplay, gruppo musicale inglese molto conosciuto, che per manifestare il proprio interesse nei confronti di un modo con meno smartphone e meno social, hanno preso una decisione davvero insolita, comunicare il rilascio dei loro due nuovi album non sui social o su internet, bensì sul caro vecchio giornale. Inoltre hanno inviato ad alcuni fan delle lettere scritte con la macchina da scrivere e firmate a mano, per esprimere in maniera diretta il loro pensiero riguardo la necessità di un modo meno dipendente dagli smartphone, il loro sogno di vedere un concerto con persone davvero immerse nella musica, e non attente, come invece accade sempre, al miglior filtro da usare per condividere il filmato relativo al concerto, insomma, una folla di persona che li guardino cantare e suonare con i propri occhi e non attraverso uno schermo. Insomma personalmente penso che la questione social sia sfuggita di mano, e molti non accettano di prenderne consapevolezza, la digitalizzazione sta cambiando profondamente le nostre vite, e non sempre in meglio, dunque l’obiettivo da porsi a livello personale, poiché gli unici a beneficiarne siamo noi, è quello di impegnarci con serietà a riprendere il contatto con la vita reale, l’ambiente che ci circonda, che sta venendo sostituito, giorno dopo giorno, da un mondo virtuale, fondato su illusioni e ideali apparentemente perfetti.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account