Il Muro di Berlino è stato eretto il 13 Agosto del 1961, è stato costruito per un solo ed unico scopo, quello di impedire la libera circolazione tra Berlino Est e Berlino Ovest. Migliaia di persone cercarono di attraversare quel muro, ma non ci riuscirono e molti di loro persero anche la propria vita nel tentativo di scavalcare e raggiungere i propri amici o i propri cari divisi da quell’inutile barriera. Il 9 Novembre del 1989 il Muro di Berlino venne abbattuto, quel giorno davanti a quel muro si riunirono tutti i cittadini di Berlino muniti di piccone per far cadere, finalmente, quella tanto odiata barriera, il cui crollo fu interpretato come la fine della divisione dell’Europa in due blocchi. Però, da allora, la situazione mondiale è peggiorata sempre di più, se prima della caduta del muro di Berlino erano state costruite soltanto 16 barriere in tutto il mondo, dopo il crollo, le barricate aumentarono a dismisura, ed oggi siamo arrivati a contarne addirittura 70. Le varie barriere costruite in giro per il mondo, non sono state tutte innalzate per lo stesso motivo, per esempio quella che separa gli Stati Uniti e il Messico, è stata eretta in funzione anti-immigrazione clandestina e quella che divide Israele dalla Cisgiordania, fu costruita dagli israeliani nel 2002 per ragioni di sicurezza, inoltre non tutte le barricate sono uguali, alcune sono veri e propri muri, altre sono reti circondate da filo spinato e altre ancora sono immense staccionate, ma non importa il motivo e il modo per cui e in cui sono state costruite, la cosa peggiore è che sono state innalzate tutte per dividere due popoli. Per abbattere questi muri, c’è bisogno di far crollare prima quelli mentali e poi quelli materiali, perché se non riusciamo a capire che tutti quanti siamo uguali e che una barricata non riuscirà mai a dividere delle persone, quella barriera non riusciremo mai a farla cadere.

 

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account