Trent’anni fa, il 9 novembre del 1989, cadde il muro di Berlino. Il muro di Berlino divideva la Germania ovest dalla Germania est e fu fatta costruire dai tedeschi filosovietici per impedire che i concittadini scappassero verso ovest. E’ stato il simbolo della guerra fredda inoltre non è stato solo la divisione di due paesi ma di due concezioni di vita molto diverse. Presentò anche un grande shock. Per tutti gli abitanti, possiamo infatti immaginare la loro meraviglia quando si svegliarono e si trovarono davanti questo muro. Il muro di Berlino fu eretto, come dicevamo ,per non far uscire i propri concittadini, invece oggi vengono costruiti per impedire che qualcuno arrivi nel paese in cui si vive. Come stavamo dicendo poco fa il Muro di Berlino non esiste più, ma ci sono i muri dell’odio, della violenza e delle frustrazioni, sono dei muri invisibili creati da noi uomini e solo noi possiamo abbatterli. Possiamo per esempio pensare agli eventi che si stanno verificando anche in questi giorni, come gli sbarchi di gente straniera che deve sfuggire alle persecuzioni e alla miseria del proprio paese e non trovano accoglienza nei luoghi dove arrivano.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account