Il 25 novembre a Montecitorio è avvenuta la discussione sul decreto Sisma, decreto che andrebbe a far ripartire e velocizzare i lavori di ricostruzione delle zone terremotate del centro Italia.

Tutto bene fin qui, se non per il fatto che in aula non c’erano neanche 10 deputati su 630. E’ vero che non erano previste votazioni, ma il fatto che manchino così tanti parlamentari a un dibattito su una legge che dovrebbe andare a ricostruire il centro Italia, è davvero preoccupante.

L’assenteismo nelle aule del parlamento è sempre stato una costante, ma pare ultimamente che questa “pratica” stia aumentando. Ci sono infatti diversi parlamentari, di diversa appartenenza politica, che hanno un tasso di presenza che non supera il 5%. Il risultato non cambia nel Parlamento europeo, dove gli europarlamentari italiani si sono classificati 19° per numero di presenze.

Ovviamente questi sono solo numeri, ma che effetto hanno sull’opinione pubblica? In fondo i parlamentari sono i nostri rappresentanti nello Stato, gli abbiamo votati, e non fa di certo un bell’effetto vedere che non partecipano alle sedute del Parlamento. Bisogna fare qualcosa, perché l’assenteismo è un problema serio, che non fa altro che togliere fiducia ai cittadini verso lo Stato.

1+
avatar
1 Comment
  1. Pierilda 2 mesi ago

    Bene le citazioni dei numeri; valida anche l’osservazione sulle conseguenze.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account