Il mondo dei giovani sta finalmente tornando a manifetsare per questioni politiche. In un momento di tale instabilità politica , dove nel nostro paese dove non si riesce a trovare un governo duraturo, i giovani fanno sentire la loro voce per far capire che il dramma colpisce anche loro. La politica italiana si trova in uno stato degenerativo e non in grado di arrivare a effettive confusioni. Infatti secondo norma,ogni legislatura dovrebbe avere una durata di cinque anni ma dal 1945 a oggi ci sono state ben sessantacinque legislature diverse. Si tratta di una situazione imbarazzante che ci rende agli altri Stati europei. I Cittadini italiani sono stanchi e vogliono esternare il loro malcontento per farlo arrivare ai vertici della politica italiana . Uno fra i movimenti giovanili più sentiti gli ultimi mesi è il movimento delle “sardine” . Quest’ultimo nasce per opera di un gruppo di ragazzi bolognesi che hanno iniziato a riempire le piazze della loro città per protestare contro i movimenti destra. Il nome “sardine “nasce dall’esigenza di fare capire che la politica attuale ci sta troppo stretta . Secondo alcuni , alla base di questa corrente ci sono i movimenti di sinistra del Partito Democratico che starebbero attuando una grande manovra di “propaganda “. Ci sono molti la prima volta in piazza per organizzare una manifestazione contro l’ex Premier Matteo Salvini. La voce si è diffusa rapidamente e si sono unite a 15 mila persone.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account