Le sardine è un movimento di protesta contro il leader della Lega, Matteo Salvini. Questa idea è nata nel corso di una notte tra quattro amici: Mattia Santori (leader del gruppo), Roberto Morotti, Giulia Trappoloni e Andrea Gareffa. Lo scorso 14 novembre, infatti, all’appuntamento leghista si sarebbe contrapposta una manifestazione in funzione anti-Lega.

Il termine Sardine nasce dalla situazione in cui si sono trovati i numerosi manifestanti; appunto, tutti stretti come i noti pesci all’interno di una scatola.

Il Paladozza, il luogo dove era in programma la manifestazione di Salvini, può contenere 5.570 persone; bastavano 6.000 persone per batterlo. L’invito, appunto, è partito da Facebook con la creazione dell’evento “Seimila sardine contro Salvini. E così in 15mila sono arrivati giovedì 14 novembre a Piazza Maggiore armati di sardine di cartone per quella che non avrebbe dovuto essere una manifestazione politica ma un flash mob della società civile.

Dopo Bologna, anche nella città di Modena gli attivisti anti Salvini si sono radunati in circa 7.000, in Piazza Grande.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account