Tutti nel nostro piccolo possiamo fare passi in avanti al mondo che desidereremo; tutti possiamo fare la differenza, basta crederlo. Ammiro molto quelle persone che scendono in piazza pronti a dire la loro; non avere paura è quel qualcosa che li sprona. C’è molta gente che la mattina si sveglia e dice:” da oggi cambio vita” e invece non lo fa mai. A mio parere basterebbe provarci davvero: se non cambiamo, non cresciamo e se non cresciamo non stiamo davvero vivendo. non riesco a capire se il mondo un giorno io potrò amarlo e se resto chiusa a dormire quando dovrei incontrarlo sicuramente non lo scoprirò mai.

 Quando una volta qualcuno mi disse: “non puoi scoprire nuovi oceani fino a quando non hai il coraggio di perdere di vista la spiaggia.”io non capii. Come potevo? Ero troppo piccola per avere già risposte di questo tipo. Pian piano ho capito che dovevo solo smettere di avere paura. Ci siamo passati tutti; tutti abbiamo vissuto quei periodi della nostra vita dove il giudizio degli altri è la cosa che più conta e dove pur di compiacere gli altri si arriva a lasciare da parte la propria felicità quindi potete facilmente capirmi.  Bisogna imparare a fregarsene di quello che può succedere perché la paura è il più grande limite all’uomo. Non importa sbagliare; se ci ho provato ho già vinto perchè chi lotta può perdere ma chi non lotta ha già perso. A questo riguardo una volta Dave Barry, un famoso scrittore, disse: Non avere mai paura di tentare qualcosa di nuovo. Ricorda: dei dilettanti costruirono l’arca mentre il Titanic fu costruito da professionisti”  e se ci si riflette bene le sue parole sono una lezione di vita.

Il mio motto di vita è “vivi come se il paradiso fosse sulla terra”.Sì perché la vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

Giacomo Leopardi era convinto che  anche nell’ultimo istante della nostra vita abbiamo la possibilità di cambiare il nostro destino e io sono d’accordo. Al momento in cui nasciamo veniamo messi nelle mani di due sconosciuti che noi chiameremo mamma e papà. Le loro sono figure fondamentali per ogni persona perché sono i primi a darti amore o meglio a restituirti quell’amore che tu hai donato loro nascendo. I tuoi possono indicarti come farlo ma non possono vivere la tua vita per te; hanno già fatto le proprie scelte e tu non sei costretto a fare le stesse. La vita è tua. Se alla fine del giorno quando è notte e sei sola nella tua stanza, l’unica cosa che fai è piangere e chiederti perché, qualcosa con va. Ma non avere paura mai e soprattutto Non arrenderti perché quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio. Non permettere mai a niente o nessuno di dirti quello che puoi o non puoi fare. Sai? Una donna correre una maratona era una cosa folle; una donna pugile lo stesso ma ormai cosa è la follia? Se questa è la follia e se vogliono chiamarti folle perché sogni in grande va bene; mostra loro cosa la follia può fare.

Viviamo in un mondo dove niente è facile e soprattutto non da tutti; in questa guerra che chiamo vita vince chi dopo averlo sognato ha fatto di tutto per svegliarsi. non lasciare mai qualcosa andare se ti rende felice e soprattutto quando ti far star male fai qualcosa per cambiarla. Il cambiamento lo devi cominciare tu: sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account