Sono sincera, non ho mai utilizzato il cellulare in classe, né per controllare l’orario, né per parlare con i miei amici. Neanche a casa ho particolari restrizioni, ma non uso molto il cellulare perché credo ancora nel dialogo e nel confronto diretto tra persone. Ma ammetto che tra i ragazzi della mia età questo è assai raro, non capita infatti molto spesso di trovarsi di fronte a più persone che la pensano come me e che parlano tra di loro senza uno schermo che li separi. 

Sento molto spesso storie di ragazzi che raccontano di aver svolto, addirittura, una verifica con l’ausilio di un dispositivo, capace di dettare loro le risposte corrette o avendo a disposizione la verifica stessa il giorno precedente, o avendo le soluzioni ai problemi dati. Ma è questo un buon uso del cellulare?

Siamo abituati ad utilizzare questo strumento per qualsiasi cosa, in qualsiasi momento, quando siamo a tavola, quando siamo con gli amici, o quando studiamo. Ma così facendo ci perdiamo ogni bel momento, ogni tipo di amicizia, ponendo di fronte a noi uno smartphone.

Ma il cellulare ha tantissimi lati positivi, possiamo rimanere in contatto con la nostra famiglia pur abitando lontano, parlare con i nostri amici per organizzare un’uscita e quindi vedersi, per ascoltare della bella musica, per rimanere aggiornati sulle notizie dell’ultima ora, o per immortalare i momenti salienti della nostra vita, ma soprattutto possono essere ottimi per ampliare la nostra conoscenza culturale. Quest’ultima possibilità dovrebbe essere più sfruttata dalla scuola stessa, essendo un ottimo metodo di apprendimento, ma soprattutto non implica l’utilizzo della carta o della plastica diventando quindi molto ecologico ed in linea con i problemi dei nostri giorni.

Perciò è giusto vietare completamente l’utilizzo di questi dispositivi non solo a scuola, ma anche a casa, se a scopo scolastico?

 

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account