La fuga dei cervelli è un fenomeno sociale ed economico molto evidente e in continuo aumento negli ultimi periodi. Il luogo di questo fenomeno è ovviamente l’Italia. Dai dati raccolti sembra che la maggior parte delle migrazioni parte dal sud dell’Italia dove il tasso di disoccupazione è molto elevato rispetto al resto del paese. I principali  motivi di questo fenomeno sono la maggiore opportunità di lavoro che i paesi all’estero offrono e per la condizione economica del nostro paese. Infatti la maggior parte dei giovani conclusi gli studi fa la valigia per emigrare, lasciando il proprio paese e la propria casa. Ci sono anche però persone che lasciano l’Italia durante il proprio percorso di studi e lo concludono nei paesi stranieri . Questa visione dell’estero come un luogo dove si ha tutto (opportunità di lavoro, migliori condizioni di vita ed economiche) ha fatto aumentare le emigrazioni, mentre il numero delle immigrazioni sta diminuendo.

Il fenomeno della fuga di cervelli può essere risolto soltanto dall’Italia stessa. Il problema non è la condizione più favorevole dell’ estero ma l’arretratezza del nostro paese. Quindi gli unici che possono trovare un rimedio sono gli italiani stessi che devono contribuire allo sviluppo della propria nazione rendendola più “attraente” rispetto ai paesi esteri.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account