Spesso ci si riferisce al nostro paese come una forte meta di migrazioni, e questo è un dato che da anni sembra preoccupare e tormentare continuamente gli italiani e i politici. Tuttavia, quasi mai si riflette sulla migrazione italiana. Quasi mai ci si rende conto di quanti italiani ogni anno emigrano dal nostro paese. I dati parlano chiaro: dal 2006 fino all’ultimo anno, la percentuale di coloro che fuggono dall’Italia è aumentata del 70%. Senza fare distinzioni tra laureandi, giovani, anziani e adulti, il paese sta palesemente perdendo sempre più il suo potenziale.

I dati più preoccupanti giungono dal Meridione, dove circa il 60% dei giovani ogni 10 anni si sposta in un altro paese. Anche il concetto dello spostamento è radicalmente cambiato. Infatti, prima delle guerre mondiali, le migrazioni verso un altro paese risultavano definitive. Ora invece ci si sposta da una parte all’altra, quasi per verificare quale sia la condizione migliore. Le mete preferite dagli italiani sembra siano Gran Bretagna, Germania, o città altamente sviluppate quali Milano e Roma. Le motivazioni sono alquanto intuitive: problemi lavorativi, l’incertezza sulla scelta della propria carriera, il sopraggiungere di nuovi obbiettivi… problematiche che di sicuro non si affacciano sull’Italia da poco tempo. Affascinati dalle nuove opportunità future, gli italiani non si rendono conto di quelle che rimuovono al nostro, anzi loro, paese.

È inutile girarci intorno, comprendere chi compie queste azioni è semplice se si è davvero a conoscenza delle problematiche del nostro paese. Tuttavia, non si può certo negare che anche l’Italia ne sta risentendo, in quanto tutte le menti più sviluppate gli sfuggono di mano. Solo delle nuove opportunità possono riavvicinare gli italiani al loro paese, ma ora come ora, sembra non ce ne siano.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account