Half.com è stato un sito di e-commerce, attivo dal 1999 al 2017, creato specificamente per la vendita di libri, musica, film e videogiochi.

Nel 1999, per pubblicizzare il lancio del sito, la compagnia convinse l’amministrazione della cittadina di Halfway, situata in Oregon, negli Stati Uniti, a rinominarla Half.com per un anno.

“E’ una grande opportunità per entrambe le parti: noi incentiviamo il loro turismo e allo stesso tempo riceviamo attenzione, pubblicità e veniamo riconosciuti come pensatori fuori dagli schemi.” disse Joshua Kopelman, fondatore e CEO della compagnia, in un articolo per Wired USA, rivista statunitense specializzata negli effetti della rivoluzione tecnologica su cultura, economia, politica.

Come ricompensa peer aver cambiato il proprio nome, la città ricevette stock di prodotti della compagnia, accesso Internet, computer e una distribuzione gratuita di prodotti del sito agli eventi locali.

Cosa ebbe in cambio Half.com?

Letteralmente un suo posto sulla mappa. E mesi dopo, nel 2000, la startup fu acquisita da eBay per trecento milioni di dollari.

Utilizzando una strategia di marketing decisamente anticonformista, la compagnia riuscì a creare un brand da milioni di dollari in brevissimo tempo, facendolo associare all’idea di freschezza e originalità.

Emma Roldi

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account