Gli ultimi due mesi, causa epidemia da Covid-19, sono stati i più bui e duri della nostra storia recente. Infatti, questo virus propagandosi in un intervallo di tempo brevissimo, è riuscito a causare uno stop notevole alle attività della stragrande maggioranza degli stati mondiali. Infatti, la vita quotidiana ha subito un brusco e improvviso sbarramento che, come si sa, ci ha portato alla quarantena obbligatoria nelle nostre abitazioni. Accollato allo stop forzato della “vita”, l’epidemia in circolo ha causato danni enormi anche all’economia dello stato. Infatti, con la chiusura della maggioranza delle attività produttive e non, l’economia ha riscontrato un notevole rallentamento.

Nonostante ciò, grazie anche alla diminuzione dei nuovi contagi e, soprattutto, per evitare un suicidio economico, il nostro governo ha programmato, per il prossimo 4 maggio, la riapertura di alcune attività produttive e, inoltre, anche la ripresa di alcune attività extra-lavorative. L’unica speranza, comunque, rimane che la curva dei contagi, dopo queste libertà, non ricominci a salire.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account