Con l’inizio della Fase 2 gli italiani stanno sperando in un’estate più possibile vicina a quella degli anni passati: cene con gli amici, riposino sotto l’ombrellone dopo pranzo e perché no, anche andare al cinema. Infatti in molte città ci sono state già riunioni per organizzarsi sul da fare: l’ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema) ha ideato, assieme a diversi distributori e associazioni e con l’Accademia italiana del David di Donatello, il Moviement Village (per ora un valido sostituto temporaneo alle sale cinematografiche). Questo progetto consiste in una sorta di ritorno al passato con il drive-in, in stile Happy Days, un luogo aperto ed ampio dove le persone, nelle proprie macchine, si possano riunire, rispettando ovviamente le norme di sicurezza del COVID-19, per, in questo caso, guardare un film o con il proprio ragazzo o con la propria famiglia.

Da 17enne penso che sia una delle idee più ottime per poter “ricominciare” a vivere un po’ di normalità post-lockdown: la riapertura graduale degli esercizi in città si sta rivelando positiva finora, e qualora non fosse possibile, si pensa ad alternative valide. Per il cinema infatti inizialmente si era pensato di riaprire le sale ma visto la bassa sicurezza di non contagio si è optato per il drive-in. Una scelta interessante per chi come noi giovani non ha mai avuto modo di fare un’esperienza del genere e per scoprire come vivevano i nostri nonni e genitori. Spero che la mia regione aderirà a questa iniziativa: qualche ora di svago, all’aria aperta, specialmente in questi mesi, con i tuoi cari e un bel film dei grandi schermi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account