Recentemente tutti gli astronomi e gli appassionati dello spazio hanno ricevuto un duro colpo: la notizia che l’immenso radiotelescopio di Arecibo, in Porto Rico, sarà smantellato. La gigantesca struttura, infatti, ha riportato numerosi danni in seguito al terremoto che si è abbattuto sull’isola, tanto che si ritiene sia più sicuro demolirlo piuttosto che ripararlo.

Il radiotelescopio non è solo un’enorme costruzione, ma anche un simbolo. È da qui che nel 1974 partì il messaggio, in linguaggio binario, destinato a esseri viventi extra-terrestri. È proprio con questo telescopio che gli uomini tentarono, per la prima volta, di mettersi in contatto con lo Spazio sconosciuto. Risulta comprensibile, perciò, la profonda malinconia che in questo periodo accompagna tutti gli appassionati di astronomia: sta per crollare quella che è stata la prima finestra verso l’ignoto infinito.

Inoltre proprio da questa costruzione hanno preso ispirazione celebri film riguardanti lo spazio che, oltre ad aver avuto una funzione di intrattenimento, sono anche riusciti a sensibilizzare e interessare la popolazione su argomenti di cui i comuni cittadini avevano poche informazioni.

Occorre però ricordarsi che quello che sta per cadere è un mezzo di cui ci si è serviti per conoscere maggiormente lo Spazio, ma tutto ciò che ha preceduto e seguito il tempo in cui il radiotelescopio è esistito è ormai parte della nostra conoscenza e non potrà mai essere cancellato. Non bisogna confondere il simbolo con l’intera Storia di cui si fa portatore.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account