Attraverso l’intelligenza artificiale si studiano le tecniche di progettazione di sistemi hardware e creano software capaci di svolgere prestazioni che sembrerebbero appartenere solo all’intelligenza umana, ma non solo. Essa fa già parte della nostra vita quotidiana ed è ormai utilizzata in numerosi settori, dalla casa all’ufficio ai mezzi di comunicazione, soprattutto nell’industria. Infatti basta dire “Hey Google” e subito l’intelligenza artificiale si attiva e risponde alle nostre richieste. La tecnologia è parte integrante della nostra vita e se da un lato ha portato ad uno stile di vita più “facilitato”, dall’altro c’è chi si allarma per quanto riguarda la privacy, la dipendenza e il distaccamento dalla realtà. Ciò che può evitare tali pericoli è una conoscenza approfondita degli strumenti di cui facciamo, uso in maniera consapevole e in modo tale da evitarne i rischi, delle potenzialità e dei rischi, in modo tale da evitarli. Nelle scuole un esempio già diffuso di intelligenza artificiale sono le lavagne multimediali, che oltre alle numerose funzioni di scrittura e disegno, permettono anche di consultare materiale online, dai libri ai documentari, allo stesso registro elettronico. Si pensa che nei prossimi anni saranno introdotte nuove tecnologie elaborate con il fine di facilitare la didattica, le quali soprattutto presso i più piccoli riscuoteranno grande successo apparendo più interessanti, date le numerose funzioni di cui disporranno, rispetto ai libri cartacei.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account