Il 2020  è  stato  un  anno  molto difficile, ricco di  sofferenza e cambiamenti, portati  soprattutto dal coronavirus,  che ha reso gli  italiani  impauriti e incattiviti.  La  pandemia  sta  avendo  gravi conseguenze, come  ad esempio il divario  tra ricchi e poveri, situazione che porta i meno fortunati economicamente a compiere gesti estremi, come la distruzione di vetrine e altri atti vandalici. La paura per il virus e le limitazioni che questo comporta stanno arrecando molti danni anche a livello mentale, causando un aumento di depressione, ansia e stress, non solo negli adulti, ma anche nei giovani. Inoltre in tutt’ Italia  è nato  un forte  pessimismo  nei confronti  del futuro, verso il quale non  si guarda più  con spirito  positivo e con il sorriso, ma  con  molta paura e  incertezza che la situazione  possa  rimanere la medesima o peggiorare, facendo protrarre le restrizioni e la chiusura di molte attività.                   

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account