In questo momento tutto il mondo sta soffrendo a causa del COVID-19, che ha stravolto completamente la vita delle persone. L’antropologo Roberto Libera sta studiando gli effetti che può avere la pandemia sui popoli ed ha verificato che  mentre a marzo andavano per la maggiore slogan come “ANDRA’ TUTTO BENE”,  a settembre  imperava il “NON SARA’ COME PRIMA”. La causa principale di questo cambiamento deriva dallo sconforto delle persone, che  si sentono rinchiuse nelle proprie case, e  della loro libertà. Si fa fatica a capire che è importante uscire il meno possibile, e che solo restando a casa si può vincere la battaglia contro il Covid-19. Le cose più brutte che il virus ha fatto sono tre: la prima cosa è stata allontanarci dai nostri cari e dai nostri amici, la seconda è stata privarci del contatto fisico,degli  abbracci, dei baci e delle strette di mano, la terza cosa è che ha fatto morire tante persone, creando disperazione all’interno delle famiglie. Io spero con tutto il cuore che questa situazione finisca al più presto, e che possiamo tornare a vedere i nostri cari e amici, ritornando così ad una quasi normalità.

2+
avataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account