Troppo spesso succede che le donne vengono umiliate e poi accusate di fatti accaduti senza aver alcuna colpa. Tutto ciò succede soprattutto nei confronti delle donne che vengono giornalmente prese di mira, sfruttate e lasciate sole.

Ha scosso l’opinione pubblica recentemente il fatto accaduto a una giovane maestra che ha inviato alcune sue foto intime al proprio fidanzato, il quale, poi, una volta lasciato, per vendicarsi di lei, ha condiviso le immagini con alcuni amici, che a loro volta le hanno diffuse a terzi. Tra questi vi erano alcune mamme dei suoi alunni. Queste ultime hanno subito denunciato il fatto alla direttrice dell’istituto e hanno cercato un modo per farla dimettere. La cosa che ha stupito è stata che la giovane maestra, anziché essere considerata vittima, com’era effettivamente, è stata denigrata e biasimata come colpevole e in modo particolare da chi avrebbe dovuto proteggerla e sostenerla. Questo ci fa capire quanto le persone siano crudeli e pronte ad abbandonarti quando ne hai più bisogno. Ovviamente la ragazza ha avuto vari problemi sia con la famiglia che con le colleghe, che le hanno voltato le spalle sebbene sapessero che era in difficoltà.

Questo episodio è definito revenge porn e colpisce in modo particolare giovani, a volte anche le minorenni.

A loro tutela il 9 agosto 2019 è entrato in vigore nella legislazione italiana il Codice Rosso, che infligge pene a coloro che condividono immagini senza il consenso del soggetto presente nella foto.

Si parla spesso di sostegno verso chi è più debole, chi viene violentato e chi viene sfruttato, ma quando qualcuno ha bisogno di aiuto siamo sempre pronti a puntare il dito contro di loro e a uniformarci al giudizio della massa per paura di essere voci fuori dal coro.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account