La scorsa settimana il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiesto all’ex-direttore della Banca Centrale Europea (BCE), Mario Draghi, di formare un nuovo governo dopo le dimissioni del Premier Giuseppe Conte. Draghi è una delle maggiori eccellenze italiane e una delle personalità economiche più stimate al mondo: è laureato in economia alla Sapienza di Roma e ha studiato anche all’MIT, una delle università più importanti al mondo, è stato anche direttore generale del Ministero del Tesoro e Governatore della Banca d’Italia ed è professore universitario. Egli è noto e stimato per avere salvato l’Euro durante la crisi del debito sovrano che colpì la Grecia e l’Italia. Nonostante tutto ciò, alcuni non hanno visto di buon occhio la scelta di Mattarella, poiché ritengono che Mario Draghi non sia un uomo politico, ma soltanto un banchiere inadatto per quel ruolo a Palazzo Chigi. Tuttavia, come dimostrano gli incarichi da lui rivestiti, egli, pur non appartenendo a un partito politico, si trova in quell’ambiente da parecchi anni e ha tutte le possibilità per far rialzare il Paese e soprattutto per creare nuove opportunità per il futuro dei giovani, che continuano ad andarsene per la mancanza di possibilità.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account