Il Giappone, nonostante sia uno Stato geograficamente vicino alla Cina, luogo da cui la pandemia è dilagata, non ha mai subito le tragiche conseguenze che si sono verificate, invece, nel resto del mondo.
Si potrebbe pensare, per spiegare il basso numero di contagi, al fatto che il Giappone è un’isola e, in quanto tale, essa sia meno a contatto con il resto del pianeta. La realtà è ben differente: l’isola nipponica ha una densità elevatissima, circa il doppio di quella italiana e questo fattore aiuta notevolmente il contagio di massa. Ci deve essere quindi una ragione di fondo per la quale il Giappone non ha mai sofferto gravemente la pandemia. Dopo la SARS del 2003, gli abitanti del Giappone hanno iniziato a tenere un comportamento di riguardo verso tutte quelle azioni che avrebbero agevolato un possibile contagio virale. Le mascherine sono diventate di uso quotidiano nei luoghi pubblici e non vengono organizzati “party no-mask” se non per un massimo numero di venti persone. La tradizione nipponica non include l’abbracciarsi per strada fra conoscenti, poiché lo ritiene un gesto di mancanza di rispetto, così come per tutti i tipi di contatto fisico.
La cultura italiana è molto differente e non condivide o, per lo meno, non applica questi ideali e ciò ha influenzato particolarmente la crescita esponenziale del contagio. Gli italiani nel mondo sono noti anche per il carattere espansivo nei confronti di chiunque: nella nostra penisola, anche se non si è in confidenza, ci si saluta con un abbraccio o con un paio di baci sulla guancia.
Le tradizioni di un Paese, che lo rendono diverso da tutti gli altri proprio per l’originalità, possono talvolta influire negativamente: la reazione al coronavirus ne è un esempio, virtuoso per i giapponesi, meno per gli italiani.

4+
avataravataravataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account