Da sempre l’autodeterminazione di una società si basa su ciò che si sceglie di tramandare e su quale immagine si voglia lasciare ai posteri. Di fronte a questa necessità insita negli uomini, è chiaro come la fotografia sia diventata uno strumento infallibile nella trasmissione di un “pezzo” di Storia. Senza di essa non potremmo guardare negli occhi i nostri antenati, né vedere come fosse il mondo prima della nostra nascita. Un tempo le fotografie circolavano per posta, con tempi lunghissimi di consegna, oggi, invece, l’avvento dei media ha velocizzato tali scambi e l’informazione raggiunge milioni di persone nello stesso istante in cui viene resa pubblica. In questo modo la stessa potenza dell’immagine cresce, si impone su di noi e ci influenza. Numerose, infatti, sono le fotografie che, oltre a descrivere un dato momento storico, trasmettono un forte messaggio. Basti pensare alla foto del bacio tra l’infermiera e il marinaio, risalente alla Seconda Guerra Mondiale, oppure alla foto della prima impronta incisa da Neil Armostrong sulla Luna, per non parlare dell’immagine ritraente il crollo delle Torri Gemelle o ancora la celeberrima copertina di Beatles. Si può quindi affermare come la Storia faccia le immagini, ma è altrettanto vero che le immagini fanno la Storia. 

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account