La fotografia, fin dalla sua nascita, quasi duecento anni fa, è stata per decenni uno dei più importanti canali per la diffusione di informazioni e notizie. L’incredibile possibilità di poter “fissare la realtà su carta” è stata senza dubbio un’innovazione senza precedenti e che ha ricoperto nella storia un ruolo fondamentale. Molte foto sono diventate davvero iconiche dal momento che rappresentano alcuni dei momenti più significativi degli ultimi due secoli. 

 

Nella società moderna questo canale mediatico, e in particolare il suo utilizzo, è cambiato in maniera considerevole. Una cinquantina di anni fa ogni foto era unica e speciale perché non vi era la possibilità di farne molte e ciò era anche particolarmente costoso. Oggi invece si scattano migliaia di foto che vengono poi archiviate e magari non riguardate mai più: il valore storico e simbolico della fotografia, al giorno d’oggi, è diminuito moltissimo.

 

Un altro importante fatto da considerare è che se un tempo la fotografia era rivoluzionaria per l’opportunità di rappresentare il mondo che ci circonda esattamente, o quasi, come appare ai nostri occhi, oggi anche questa caratteristica sta svanendo. Su moltissime piattaforme le foto vengono sempre più ritoccate, modificate, “migliorate” allontanandoci dalla realtà e avvicinandoci invece, soprattutto sui social, a concezioni idealizzate e inverosimili.  

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account