Fino a qualche settimana fa, al mondo esistevano 14 autentiche birre trappiste, sei in Belgio, due nei Paesi Bassi, una in Italia, una in Austria, Francia, Regno Unito, Stati Uniti e Spagna. Il monastero di Nostra Signora di San Benedetto, nella provincia belga del Limburgo, conosciuto per le sue birre prodotte nel piccolo villaggio fiammingo di Achel, ha chiuso per la mancanza di monaci che potessero controllare e verificare la produzione delle proprie birre, come i canoni della federazione mondiale trappista richiede. Una birra, infatti, per definirsi trappista deve essere brassata all’interno di un’abbazia trappista, i ricavi ottenuti dalla vendita devono essere impiegati e destinati alla realizzazione di attività di stampo caritatevole e benefico e deve esserci il totale controllo da parte della comunità trappista del processo produttivo della birra così come dell’orientamento commerciale. Pochi mesi fa, i due ultimi monaci del monastero di Nostra Signora di San Benedetto si sono dovuti ritirare per problemi legati all’età e alla loro salute. L’abate di Westmalle, padre Nathanael Koninkx, ha dichiarato che, nonostante le birre vengano ancora prodotte all’interno dell’abbazia di Notre-Dame di Saint-Benoît, non riuscendo più ad osservare una delle regole fondamentali, la birra Achel ha perso l’etichetta di “prodotto trappista autentico” conferita dall’Associazione Trappista Internazionale. Il ricambio generazionale, la crisi di vocazioni, i colossi delle birre commerciali che divorano la concorrenza, ma anche le rigide regole da rispettare per ottenere lo status di autentica birra trappista, sono tutti elementi che vanno ad amplificare il rischio della scomparsa di questa tradizione. Inoltre l’abate ha formulato l’ipotesi che nei prossimi anni, a fronte della continua diminuzione dei monaci, si possa arrivare all’assoluta mancanza dei monaci Trappisti nei monasteri.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account