Cellulare scarico? Eventualità diventata inconcepibile nella nostra attuale società: per evitare ai poveri utenti questa preoccupazione, l’Unione Europea ha deciso di uniformare le prese dei caricabatterie. Se si dimentica di caricare il telefono prima di uscire di casa e lo si deve consultare per lavoro, o per chiamare famiglia o amici e non si è portato il cavo con sé, si rischia di non trovare nessuno con la stessa presa, quindi non si potrebbe risolvere il problema. Se la presa fosse universale, non sarebbe difficile riuscire a caricare il telefono prendendo il caricabatterie in prestito a qualcuno e un’unica presa eliminerebbe per sempre il timore e il problema di rimanere con la batteria del cellulare scarica. In una società in cui il telefono serve per qualsiasi cosa, ad esempio per chiamare o per arrivare alla destinazione desiderata, la possibilità di avere il proprio dispositivo elettronico sempre carico è molto allettante.

L’ UE ipotizza di usare come presa universale quella di tipo C, cosa che per la Apple, che utilizza il cavo lightening, causerebbe molti rifiuti elettronici e scoraggerebbe l’innovazione.

I rifiuti elettronici si accumulerebbero all’inizio, quando la maggior parte dei cavi verrebbe sostituita, ma il fatto che poi la presa resterebbe la stessa per tutti i dispositivi, presenti e futuri, porterebbe alla diminuzione degli elementi da buttare, portando a un vantaggio a lungo termine. Anche l’innovazione porta a rifiuti elettronici, perché spesso le persone prendono un telefono nuovo, anche se ne hanno uno ancora funzionante, in quanto un modello con maggiori funzioni attira l’attenzione e l’interesse.

Naturalmente l’universalizzazione delle prese del caricabatterie non sarà un processo che si svolgerà in poco tempo, perché chi ha un modello con una presa diversa da quella di tipo C non ne prenderà uno nuovo immediatamente, ma quando il suo smetterà di funzionare o di soddisfare.

Serviranno anni per completare questo cambiamento uniformante, ma sarà utile perché più pratico e comodo per tutti.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account