Al giorno d’oggi la scuola è uno stress per molti ragazzi, perché le ore di lezione sono pesanti e c’è molto da studiare. Gli adolescenti passano ore ed ore sui libri senza mai mollare e divertirsi all’aria aperta.
Secondo me, gli insegnanti dovrebbero far diventare le lezioni meno pesanti, per evitare che gli alunni si stanchino troppo. Dovrebbero anche dare meno compiti a casa e lasciar loro un po’ di svago. Piuttosto si fa di più a scuola il programma, che a casa.
Anche troppe verifiche e interrogazioni sono faticose. Adesso non c’è neanche più tanto rispetto verso gli insegnanti. Durante la lezione, si parla, non si ascolta più, facendo arrabbiare la prof che si sgola a dir loro di stare zitti.
I ragazzi sono molto stressati, per la scuola, per le verifiche. Però, quando si è a scuola bisogna ascoltare e stare attenti durante le spiegazioni e non fare altro. Più si sta attenti in classe e più a casa si ha meno da studiare. Così ci si può anche divertire e staccarsi un po’ dai libri.
Ad alcuni invece piace la scuola, piace studiare e fare i compiti. Ci va volentieri. Altri invece la trovano stressante.
Quindi una soluzione che proporrei è che gli insegnanti trovino il modo di rendere la lezione più interessante, che coinvolga tutti, che diano meno compiti a casa e poche verifiche e interrogazioni.
E’ molto importante stare all’aria aperta, perché fa crescere e ossigena il cervello, soprattutto per gli adolescenti che amano fare sport e non sempre stare sui libri a studiare.
Spero che, nel futuro i ragazzi non trovino più la scuola stressante e che gli insegnanti trovino soluzioni per risolvere il problema e rendere la scuola un ambiente più idoneo per i giovani.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account