C’è a chi piace andare a scuola e a chi no. A me piace la scuola, ma i sistemi scolastici di oggi sono molto rigidi. Io frequento la scuola superiore dalle otto alle dodici oppure all’una, solo di mattina, ma quando si torna a casa per pranzare non c’è tempo di respirare che bisogna chiudersi in camera, con la testa sui libri, a studiare. I compiti sono molti e a questi si aggiungono le ricerche e le attività scolastiche pomeridiane. Tutto questo con il passare del tempo diventa uno stress anche per le persone a cui piace la scuola e quindi, figuriamoci a chi non piace. Lo stress aumenta soprattutto nelle settimane in cui ci sono i colloqui perché le interrogazioni e i compiti scritti sono molti. Ai tempi di oggi è difficile trovare nell’ambiente scolastico dei compagni con cui andare d’accordo e instaurare delle amicizie, e questo di sicuro non facilita la situazione. Io su questo punto di vista sono stata fortunata perché all’interno della classe ho instaurato un rapporto di amicizia con alcune mie compagne, con le quali anche il pomeriggio ci vediamo e studiamo insieme, e la scuola diventa meno pesante. Un’altra cosa importante è alternare la scuola alle uscite per divertirsi un po’ con i propri amici.

0
1 Comment
  1. miristella 4 anni ago

    Ciao, antocosta 18! Il tuo elaborato

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account