“Non ce la faccio più, questa scuola mi uccide…” È forse questa la frase più celebre pronunciata da uno studente che si sente stressato dalla scuola. E, come testimoniano i dati, sono molti gli studenti che vedono la scuola come un edificio per niente bello e interessante, anzi vedono il tutto come un obbligo.
Sono sempre più i ragazzi che si ritirano dalla scuola o che la frequentano senza un vero impegno. Probabilmente le cause di queste scelte sono i voti che non che non sono per niente buoni oppure perché non si considera la scuola come un qualcosa che serve e che servirà soprattutto per il futuro.
Sinceramente non considero la scuola come un vero e proprio stress. Anzitutto perché io la vedo come l’unica vera opportunità di “salvezza” per i ragazzi di oggi, che sempre più non riescono a trovare lavoro. Inoltre la scuola è anche un modo in più per stare a contatto con amici e compagni quotidianamente. E poi, per finire, chi non è soddisfatto quando si fauna bella interrogazione dopo tanto studio o chi non lo è dopo un bel voto?
Perciò quando si parla della scuola solo come uno stress, forse non si conosce bene la sua importanza…

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account