Dai dati raccolti dall’organizzazione mondiale della sanità si è verificato che, una minima percentuale di ragazzi non ha problemi di apprendimento scolastico mentre, una percentuale maggiore di ragazzi lo trova pesante.
Io nell’ambito scolastico mi ritrovo in una situazione di elevato stress per l’eccessivo studio, però mi trovo bene a scuola sia con i compagni che con i professori.
Per come viene svolta l’organizzazione scolastica gli alunni si ritrovano in una situazione di stress continuo perché i docenti hanno il compito di insegnare tutto il vasto programma delle lezioni; ciò istiga i professori a “correre” assegnando compiti su compiti e gli alunni sono costretti a studiare velocemente anche senza apprendere pur di ottenere buoni risultati e finire quindi di studiare la sera tardi.
Secondo me la scuola dovrebbe essere un luogo piacevole dove tutti dovrebbero avere la voglia di apprendere cose nuove per ampliare le conoscenze.
I consigli che io propongono sono: alleggerire il programma facendo quindi comprendere in maniera chiara i vari argomenti, utilizzare la lavagna interattiva e fare ricerche, lavorare in gruppo e far iniziare le ore scolastiche più tardi,facendo riposare gli alunni, magari finirle nel pomeriggio svolgendo l’esercitazione dedicata a casa in classe , così dove ci sono delle difficoltà subentrerebbe l’insegnante; iniziare a diminuire i test oppure se c’è la necessità di farne molti bisognerebbe alleggerirli , rendendoli più semplici utilizzando i test a crocette.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account