Ultimamente ci sono state molte lamentele da parte degli studenti, particolarmente nella fascia d’età dagli 11 ai 15 anni. Essi infatti ammettono di essere stressati dalla scuola. Io sinceramente mi trovo d’accordo con questa opinione, ma solo in parte. Quando inizia la scuola a settembre infatti, non sono per niente stressata, essendo appena rientrata a scuola dalle vacanze estive sono più che carica ad affrontare compiti, verifiche ed interrogazioni. Lo stress inizia nel secondo quadrimestre, la stanchezza inizia a farsi sentire, e sinceramente mi passa anche la voglia di studiare, di prepararmi per verifiche, interrogazioni e tutt’altro. Insomma mi ritrovo in una situazione stressante, ma nonostante ciò cerco di svolgere i miei doveri e trovare la forza di aprire i libri e studiare. Secondo me la soluzione adatta a risolvere questo problema dello stress scolastico è innanzitutto diminuire la quantità di compiti giornalieri, specialmente negli ultimi mesi di scuola quando appunto gli studenti sono stanchi. Inoltre i professori dovrebbero cercare di rendere la lezione divertente e interessante e non noiosa, e soprattutto secondo me dovrebbero alternare giorni di spiegazione a giorni di interrogazione e non interrogare continuamente ogni giorno. Se tutto ciò si realizzasse, a questo punto la scuola incomincerebbe a piacermi e non sarebbe per nulla stressante, nemmeno negli ultimi mesi scolastici.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account