Una delle maggiori cause di stress di un adolescente è la pressione scolastica.
Questa situazione è stata confermata dai vari studi effettuati dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) dal 2013 al 2014, il quale ci afferma che il 26% delle undicenni e il 17% dei coetanei maschi dichiara di “amare un sacco” la scuola, un dato che scende invece a 15 anni rispettivamente al 10% e 8%.
Le principali “vittime” dello stress sono le ragazze la cui percentuale raggiunge il 72%, mentre nei ragazzi essa rimane intorno al 50%.
Questo fenomeno, come asserisce Franco Cavallo, curatore della parte italiana della ricerca, non è assolutamente da sottovalutare perché può portare i giovani a compiere azioni a volte estreme o ad avere un approccio negativo con tutto ciò che ruota intorno alla scuola.
A parer mio la scuola causa stress sia dal punto di vista fisico che psicologico, perché compromette la serenità dell’individuo, inoltre penso che troppa pressione da parte dei docenti sia controproducente, perché tende a non creare una situazione di complicità tra professore e alunno.
Si potrebbe far fronte a questo problema con un minimo di comprensione il più nei confronti degli studenti che a volte sono costretti a fare delle rinunce eccessive o anche con maggiore collaborazione tra i docenti nell’assegnazione dei compiti pomeridiani.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account