Secondo il rapporto Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, gli adolescenti italiani sono fra i più scontenti d’Europa riguardo alla scuola.
I dati, raccolti tra il duemila e tredici e il duemila e quattordici su un campione di ragazzi di undici, tredici e quindici anni, rilevano un grande malcontento.
Secondo gli esperti, non bisogna sottovalutare la pressione che i ragazzi sentono e tra quattro anni verrà ripetuto lo screening per capire se la situazione è migliorata.
Lo stress è spesso causato dai compiti in classe, dai compiti a casa, dalla sveglia presto la mattina, dalle aspettative dei professori, dei genitori e dalle nostre stesse aspettative.
Anche io spesso tendo a considerare la scuola uno stress, soprattutto ora che siamo praticamente alla fine dell’anno.
Maggio è l’ultimo mese, e so già che sarà il più duro: materie da recuperare, migliaia di verifiche scritte e interrogazioni, temperature estive, passare le belle giornate chiusa in casa a studiare…
Gli unici modi per riuscire ad arrivare alla fine della scuola senza stress, a mio parere, è rimanere concentrati e pazienti.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account