Ormai ogni cosa che si possiede viene valutata sulla base di quanto possa fruttare. Si sta a poco a poco perdendo quel legame affettivo che ci unisce agli oggetti. Molti, tuttavia, sono costretti per motivi economici a staccarsi da articoli a loro cari, però, quando si passa da un individuo ad un intero stato, tutto cambia e questa scusa perde la sua validità. Può, infatti, la vendita di una piccola isola a prezzi stracciati risanare i debiti di un’economia basata sullo spreco?
Molto scandalo ha avuto la vicenda dell’imprenditore neozelandese Michael Harte che, dopo aver acquistato l’isola di Budelli, appartenente all’arcipelago della Maddalena, ha avuto l’idea di trasformarla in un maxi resort anche se per ora il progetto è stato bloccato. Però che responsabilità gli si può attribuire? Avendo i soldi ed essendoci questa possibilità ha colto solo l’occasione. Non si deve a lui la colpa della presenza sul mercato di un “pezzo” d’Italia o di come abbia voluto investire i suoi soldi. E questo è soltanto uno dei tanti episodi simili.
Il vero scandalo dovrebbe nascere quando per due soldi uno Stato vende al primo offerente un pezzo di se stesso invece di provare a farlo fruttare con aziende proprie soprattutto quando i territori presi in considerazione sono zone paradisiache e motivo d’invidia per molti Paesi.
Per questo noi italiani dovremmo rivendicare l’importanza di questi luoghi e sensibilizzare l’opinione del nostro governo su questa questione.

0
Commenti
  1. federotulo 4 anni ago

    Hey ricanews! come al solito, complimenti per la scrittura, il tuo stile lineare e diretto mi piace molto, soprattutto perch

  2. pasqua98 4 anni ago

    Ciao, dalla redazione i Carbo..Idrati!
    Il tuo articolo

  3. cecilia2014 4 anni ago

    Ciao
    Ho apprezzato molto il tuo articolo e concordo con le considerazioni che hai trattato.
    Purtroppo hai ragione: dovremmo rivendicare l’importanza che rappresenta casa nostra!

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account