Annunci simili a quelli di case in vendita, con una sola differenza: le offerte riguardano parte del territorio italiano.
L’Italia, seguendo l’esempio greco, mette in vendita alcune isole.
L’isola di Budelli è stata acquistata da un banchiere neozelandese aggiudicandosela all’asta per circa 3 milioni di euro.
Ciò è frutto dell’egoismo umano.
L’Italia possiede un patrimonio territoriale inestimabile ed è ricca di angoli di paradiso, come l’isola di Budelli.
Questi luoghi attirano l’attenzione di magnati provenienti da tutto il mondo, che creano per loro stessi un posto in cui potersi godere la pace e la tranquillità, mentre i governi vedono in tutto ciò la possibilità per avere un guadagno facile.
L’Italia, seguendo questa strada, si ritroverà con gran parte del territorio nelle mani dei magnati e con poche isole appartenenti a tutti i cittadini.
Il nostro territorio è proprietà degli Italiani e di chiunque voglia ammirare queste bellezze. Non è giusto privare i cittadini di luoghi e paesaggi e consegnarli ad una persona, la quale, magari, costruirà un resort o qualsiasi altra attrazione per avere dei guadagni, che finiranno direttamente nelle sue tasche.
Uniamoci, lottiamo e diventiamo una sola voce per difendere la nostra casa.

0
Commenti
  1. mikyreporter 3 anni ago

    Ritengo che il titolo sia ottima, ma l’articolo anche se scritto bene dal punto di vista

  2. ricanews 3 anni ago

    Articolo sviluppato molto bene e scritto in modo accurato. Le bellezze che l’Italia possiede dovrebbero rimanere di propriet

  3. mikyreporter 3 anni ago

    Esatto! Difendiamo la nostra casa! Dobbiamo unirci tutti insieme e con grande foraa, tipica di un popolo come quello italiano ricco di cultura e di storia, ribellarci ai grandi ricconi che ogni anno vengono in Italia e con la scusa della crisi ci sganciano milioni di euro e si privatizzano le isole. Isole stupende che mai pi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account