Poco tempo fa un’isola (Budelli, in Sardegna) è stata venduta ad un uomo d’affari, il quale ora vorrebbe creare su quello stesso terreno un enorme resort con case sul mare ed edifici che garantirebbero relax agli ospiti.
Nonostante l’idea possa sembrare piacevole (particolarmente agli amanti del relax), non va giù agli ambientalisti, i quali si sono ribellati per riuscire a non permettere che un’isola italiana formata al 100% da natura possa diventare un’attrazione “artificiale” legata ad un eventuale resort. Oltre a quest’isola, altre ne sono state messe in vendita, quasi come fossero case, attraverso annunci sui giornali o sul web. Anche in questo caso c’è stato un vasto gruppo di ambientalisti che ha reagito: l’obiettivo è quello di tutelare queste isole e non farle vendere. Vendendole, è come se lo Stato vendesse un pezzo di sé, ovvero lo Stato vendesse lo Stato. In questa circostanza anche io mi schiero con gli ambientalisti: ciò che appartiene all’Italia deve rimanere nelle mani dell’Italia!

.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account