Si è sentito recentemente parlare de “l’Isola che non c’è”. Si tratta di isole messe in vendita, si tratta dell’Italia che cade a pezzi. Non è possibile che si arrivi a questi livelli: si mettono isole in vendita che chi non ha “problemi di soldi” compra tranquillamente con l’obiettivo di trarne un profitto e quindi trasformare queste isole in resort e costruire hotel, spa e altri centri di divertimento o svago, distruggendo quindi patrimoni ambientali. Triste pensare che l’uomo per scopo di lucro possa giungere a tanto: comprare un’isola come se fosse una casa sola. Penso dovremmo impedire che si vendano parti dell’Italia, insieme a queste si vende una parte della dignità del Paese!

Gli ambientalisti e altre organizzazioni si sono giustamente lamentati per salvaguardare la natura e non permettere a chi compra queste isole di distruggerle! Le isole fanno parte del patrimonio culturale italiano, non è giusto che lo Stato si venda in questo modo, non cerchiamo di raggiungere l’impossibile e non vendiamo ciò che è invendibile.

0
Commenti
  1. pasqua98 4 anni ago

    Ciao, dalla redazione i Carbo..Idrati!
    Il titolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account