Ogni qualvolta si parli di rivoluzione tecnologica vengono in mente i moderni smartphone, gli oggetti dei desideri dei ragazzi, i computer più potenti sul mercato, importantissimi nelle nuove aziende, i tablet di ultima generazione, perfetti per l’uso domestico… ma nessuno pensa che rivoluzione associare agli amanti dei libri. Eppure esiste, si è evoluto e perfezionato, un oggetto tecnologico che permette ai lettori più affamati di testi di leggere un libro da loro acquistato in formato digitale mediante un piccolo tablet meglio conosciuto come e-book. In molti ancora non hanno chiaro il fatto che gli e-book non mettono a rischio la vista dato che il loro display, in gergo chiamato anche electronic-paper, non funziona come uno schermo normale ovvero che tramite la luce emanata riesce a dare vita ai pixel. Questo “foglio elettronico” usa la luce naturale come se fosse un vero e proprio libro riproducendo i colori, i contrasti e le sfumature di un malloppo di carta. Inoltre ormai si sa che i prezzi dei libri in formato e-book sono minori rispetto ai libri cartacei, altra caratteristica a favore del digitale. Certo, sfruttando gli e-book si perde la sensazione del tatto! Toccare un pezzo di plastica è ben diverso dallo sfogliare le pagine di un libro, sentire il rumore dello sfogliare le pagine… tutte sensazioni ed emozioni riservate al mondo cartaceo. Ma questo rimane comunque un problema minimo, ecco perché dal mio punto di vista si passerà quasi totalmente all’utilizzo dell’e-book, senza ovviamente dimenticare però le emozioni che i libri di carta ci hanno fatto provare.

0
1 Comment
  1. miristella 5 anni ago

    L’articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account