La modernizzazione e l’evoluzione della società hanno fatto sì che i diversi aspetti che caratterizzavano la nostra vita quotidiana cambiassero e fra questi vi è anche la lettura. Noi studenti non li possiamo ricordare, ma di certo i nostri insegnanti, i nostri genitori hanno sempre visto o sentito parlare del caro vecchio bibliotecario di paese, il classico uomo anziano con gli occhiali che puzzava di inchiostro e che disponeva di diversi tipi di libri. A differenza loro noi giovani siamo abituati ad attrezzi tecnologici nei quali sono proiettati le pagine anche dei libri meno conosciuti. Quindi la vera domanda è: Chi vincerà la sfida carta contro digitale? A parer mio la vittoria è già in mano ad un terzo elemento ovvero i “non lettori” infatti il problema che ci si dovrebbe porre non è dove vengo letti libri o opere che siano ma se questi verranno letti. Qualsiasi statistica sul web ci dice infatti che le persone che leggono libri (sia cartacei che e-book) sta diminuendo progressivamente quindi in futuro potremmo dire che non solo non ci saranno i lettori di una volta ma verranno totalmente a mancare alla nostra società questi “amanti delle opere scritte. Tuttavia se resteranno persone che leggeranno libri, i vincitori saranno senza dubbio i lettori digitali perché come detto precedentemente tutto si sta modernizzando forse anche a tal punto che i nostri figli non sapranno nemmeno tenere una penna in mano, ma soprattutto non sapranno nemmeno cosa sia un libro su carta.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account