Chi vincerà la sfida tra libri di carta e eBook? La domanda alletta moltissimo, e mi fa molto piacere analizzare la situazione di entrambi.
All’angolo destro del nostro ring troviamo i libri, grandi fonti di istruzione e di arricchimento culturale in generale, che hanno aiutato generazioni e generazioni, dal lato sinistro gli eBook, giovani novellini che hanno un potenziale enorme.
Bene, i libri schierano a loro difesa Ludovica, Anna, Lorenza, Emmanuel,Maurizio, Manuel, MariaPia e Valeria. L’età media dei supporters dei libri è incredibilmente molto bassa, parliamo di una media di 23 anni.
Secondo le loro parole su un eBook non è possibile volare con le ali della fantasia, sottolineare le frasi più belle e provare le stesse emozioni che si provano leggendo un libro cartaceo, inoltre i libri tradizionali sono più facili da leggere e facilitano la concentrazione, con loro si stabilisce un rapporto più personale e riscono a fondere insieme tutti i cinque sensi, infine i libri restano nei secoli, gli eBook dopo un guasto sono finiti.
Brutto colpo quello subito dagli eBook, ma vediamo come rispondono. A loro difesa Cecilia, Giuseppe, Sara, Nicola, Elisa ed Alessia. La loro età media è di circa 19 anni. Manuel resta neutrale.
Per questo schieramento l’invenzione dell’e-book è stata geniale, sostituire milioni di fogli di carta scritti con un solo libro digitale è stata una grande pensata. La comodità di questi dispositivi è pazzesca, basti pensare a quanto sono contenti quei ragazzi che, dove già accade, non devono più riempire di libri i loro zaini, ma semplicemente portare un comodissimo dispositivo, alle volte tascabile per avere tutto senza sforzi. “Siamo più che sicuri” affermano “che gli eBook prenderanno il posto dei libri in un futuro non troppo remoto per la preferenza loro accordata dalle nuove generazioni tecnologiche. Pensiamo che questi dispositivi siano più vantaggiosi sia economicamente che da un punto di vista di praticità”.
Bene, alla fine di questo duro incontro do la mia opinione prima di passare al verdetto finale: preferisco gli eBook, perché proprio come dicono le persone che si sono schierate a loro favore, costano meno e rispondono maggiormente alle aspettative delle nuove generazioni.
D’altro canto tutto ciò non può sostituire quel piacere che si prova quando si legge un libro cartaceo, l’odore della carta, lo sfogliar le pagine con le proprie dita, solo i libri possono dare tutto ciò.

Al termine del primo round l’incontro è alla pari. Chi vincerà la battaglia?

0
1 Comment
  1. miristella 4 anni ago

    Ciao. L’articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account