Nell’era in cui viviamo, la tecnologia ha invaso e riplasmato ogni ambito della nostra vita quotidiana. La lettura non fa eccezione, infatti, da tempo esiste la possibilità di sostituire i tradizionali libri di carta con gli e-book: libri in formato digitale che possono essere letti direttamente sul display di vari dispositivi elettronici. Indubbiamente, come frutto di una società in continua evoluzione, gli e-book sono destinati a soppiantare i libri cartacei, così come i cd hanno completamente sostituito le cassette, e le e-mail hanno surclassato le lettere tradizionali, e così via. I vantaggi riconosciuti all’e-book e le ragioni che ne favoriranno il predominio sono diverse. La prima è di tipo economico, infatti acquistandoli come e-book , i libri hanno un costo minore rispetto al formato cartaceo. Notevole risulta anche l’impatto pratico, in quanto la versione digitale consente una facile e veloce consultazione dei libri, la possibilità di evidenziarli o sottolinearli ed eventualmente di aggiungere annotazioni senza il rischio che subiscano danni irreversibili. Inoltre, tramite l’e-book reader, è possibile trasportare in uno spazio ristretto e con un peso irrisorio un’enorme quantità di libri che occuperebbero invece intere valigie. L’e-book rappresenta anche un importante ausilio per gli ipovedenti, in quanto permette l’ingrandimento dei caratteri e possono anche attivare la sintesi audio. Inoltre, può essere utilizzato anche al buio non avendo bisogno di illuminazione esterna. Da ultimo e non certo per importanza si sottolinea l’aspetto ecologico, poiché il suo utilizzo ridurrà la produzione di carta e quindi l’abbattimento di alberi.
Gli e-book presentano, quindi, solo aspetti positivi? Non credo. Sicuramente verrà meno il rapporto sensoriale coi libri. Il loro odore peculiare, il fruscio delle pagine, le sensazioni tattili che essi evocano lasceranno un vuoto malinconico difficilmente superabile dalla fredda tecnologia dei dispositivi elettronici.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account