A volte sembra impossibile che una persona si faccia condizionare da un’opinione magari di chi neanche conosce, eppure è così.  Siamo arrivati al punto che quasi tutti sono fissati con i like e con i commenti. Il mondo social ha invaso completamente la quotidianità di ogni essere umano.  Di certo un commento positivo fa veramente piacere, ma quando contiene un’opinione negativa talvolta ci può condizionare a tal punto da farne una tragedia.

Naturalmente chiunque è libero di esprimere la propria opinione e i commenti talvolta possono portare anche dei vantaggi, ma ci sono dei limiti da rispettare. Molto spesso c’è gente che nascondendosi dietro un profilo falso si diverte a prendere in giro il malcapitato con commenti assolutamente negativi sul suo aspetto fisico, sul comportamento o su qualcos’altro, senza comprendere quando si esagera o sulle conseguenze che ne possono scaturire. C’è, infatti, chi non dà molta importanza all’opinione altrui, ma c’è anche chi da un semplice commento si fa suggestionare a tal punto da crearsi enormi complessi. Un esempio, in verità piuttosto banale ma ricorrente, è quello dei ragazzi gay che vengono attaccati e presi in giro con ripetuti commenti sui social e non sentendosi accettati  talvolta decidono addirittura di togliersi la vita. Purtroppo oggi sono sempre più frequenti i casi di suicidio dovuti a questo fenomeno.  Pertanto, bisogna stare molto attenti a quello che si scrive perché non si sa come l’altra persona possa reagire.

Personalmente penso che bisogna dare a ogni cosa il giusto valore e dei commenti sui social, seppur gravi e pesanti, non devono indurre a rinunciare alla vita, perché in fondo si tratta di problemi risolvibili anche se, in verità, a nessuno fa piacere essere preso in giro davanti a migliaia di persone. Credo che in casi del genere la persona debole non sia la vittima che viene attaccata ma il carnefice che per puro divertimento attacca  dietro un falso profilo e ha paura di uscire allo scoperto. La cosa importante è avere fiducia in se stessi e accettare l’opinione degli altri ma senza mai farsi condizionare.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account