Ogni anno, in Italia vengono prodotte 5,6 tonnellate di rifiuti alimentari e solo 500 mila di esse vengono raccolte e recuperate grazie a volontari e associazioni.
Lo spreco alimentare è diventato un problema che colpisce, non solo l’Italia, ma tutto il resto del mondo. Possiamo considerare anche due elementi che si contrappongono: alcuni paesi hanno tanto di quel cibo che sono costretti a gettarlo aumentando lo spreco, altri invece, come l’Africa, non ne ha a sufficienza. Per problemi di questo tipo, il parlamento italiano ha deciso di proporre una legge che diminuirà gli sprechi alimentari per diminuire, a sua volta, le spese di smaltimento. Questa legge prevederà incentivi finanziari e pagamento di meno tasse ai ristoranti e supermercati che doneranno il cibo invenduto, introducendo le “family bag” con cui le persone possono portare a casa il cibo che non mangiano.
Penso che grazie una legge come questa gli sprechi alimentari possano diminuire di molto.

0
Commenti
  1. ricanews 5 anni ago

    Articolo ben sviluppato, scritto i modo chiaro e scorrevole, con una buona presentazione sia del problema che

  2. feranieri21 5 anni ago

    dalla redazione mentinazione penso che il tuo articolo sia stato scritto in maniera corretta senza errori grammaticali e quindi la lettura risulta fluida.Sono d’accordo con quello che hai scritto e ti auguro un buon percorso per il quotidiano in classe.
    Ciaooo :) :) :)

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account